Tutto il gruppo raggiunse le principesse nella grande sala riunioni del castello.
Il Mago si sedette al tavolo circolare, chiuse momentaneamente gli occhi per poi riaprirli fissando le due principesse.
– Ho fatto un giro di perlustrazione per le mie terre sotto mentite spoglie: le truppe di Borea sono ovunque. Siamo assediati. Hanno scoperto anche i passaggio che avete utilizzato per venire qui. Presto scoprirà il castello, la mia magia non è eterna, non sono un ragazzo giovane ed è stancante continuare a mantenere queste illusioni, giorno e notte. Ci dobbiamo preparare ad un attacco.-
– Ma siamo pochi! – notò allarmata Esperia.
– No, se risvegliate il Re dell’Esercito dei Morti –
– Scusi? potrebbe spiegare meglio? – confusa Alyah si mosse sulla sedia.
– Allora non conoscete la nostra leggenda? Vi spiegherò: nel vostro Regno esiste la leggenda delle due fanciulle, le due prescelte di sangue reale – dagli sguardi delle ragazze capì che conoscevano tale leggenda – mentre nel Regno di Affrantus vi è la leggenda di un grande Re addormentato, quello di cui prima vi ho accennato, il quale sarà risvegliato da due fanciulle che posseggono un unico cuore… Voi-
– Noi?! – dissero in coro le sorelle – Ma se abbiamo appena scoperto di essere sorelle! E poi non sappiamo nemmeno combattere come possiamo noi salvare tutti?! E risvegliare un morto!-
– Ora vi spiego, ho studiato molto questa leggenda che, in modi diversi, è parte integrante della storia di tutti i continenti. Si dice che in passato i due Continenti fossero uniti e che tre sovrani li governassero con giustizia. Erano figli degli Dei e i loro cuori erano puri, immacolati dai sentimenti umani.
Un giorno furono scacciati dall’avidità degli uomini e scomparvero senza lasciar traccia del loro passaggio. Solo uno di loro lasciò su queste terre il suo unico figlio, addormentato e nascosto in un luogo segreto. Comunque è specificamente descritto che solo due fanciulle, sorelle e dotate di uno speciale potere, potranno risvegliarlo. Le due fanciulle nasceranno quando le due lune saranno piene e verranno divise dalla nascita, il perché non è chiaro… non ho trovato molte storie sul motivo della vostra separazione ma…-
– Si fermi Mago – disse Alyah rivolgendo uno sguardo incredulo alla sorella – Non vi è mai venuto in mente che possiamo anche non esser noi? Non abbiamo nessun potere speciale!-
– E poi – continuò Esperia – Anche se siamo nate con le lune piene, questo non significa proprio nulla! In più siamo venute al mondo in anni differenti! Come fate a sapere che siamo noi? –
– Non lo sappiamo – ammise il Mago – Lo speriamo e lo crediamo per la salvezza dei Regni-
Le due principesse tacquero. Tutti mettevano nelle loro mani missioni importanti , le loro vite e le vite di migliaia di persone senza sapere se le Leggende avevano realmente un fondo di verità, senza preoccuparsi del fatto che loro due non erano sicuramente le uniche fanciulle di discendenza reale nate con la luna piena.
– Vi vedo taciturne. Sarete stanche ed affamate. Raggiungiamo gli altri a tavola, ci staranno aspettando! –
Le due sorelle lo seguirono come addormentate, in realtà speravano che tutto ciò fosse solamente un sogno. Non era reale quello che stava succedendo.