Alioth ψ Il Regno – 19

painting-art-face-font-b-girls-b-font-fantasy-font-b-girl-b-font-women-fontTeti vide entrare l’Oracolo nella stanza e sentì una fitta al cuore.
Alyah era pallida, gli occhi spalancati ed esageratamente enormi su quel viso.
Si sentiva ancora in dovere di proteggerla, lo aveva fatto per tutti questi anni.
Ricordava con affetto quel lontano giorno in cui il sacerdote le presentò quella bimba tutta capelli e ossa. Così silenziosa ed educata. Troppo per quell’età. Una bimba in un mondo di adulti. Senza coetanee con cui giocare, destinata ad una vita solitaria.
– Sedetevi – Teti si alzò dal suo posto e la fece accomodare. Respirò il familiare profumo di vaniglia e incenso che l’accompagnava.
Alyah le sorrise.
Vederla in mezzo a quei volti sconosciuti la rassicurò.

– La nostra speranza è di penetrare nelle mura avversarie di sorpresa- Altea stava spiegando il suo piano – Siamo in pochi e senza appoggi, se ci trovano per noi è la fine. Sinceramente questa missione è un massacro. Non vi assicuro di tornare vivi. Non sappiamo cosa sta succedendo in quei territori, ormai sono mesi che non riceviamo più missive dai castelli…-
Guardò Alyah. Sospirò – Siete sicura di voler venire con noi ? –
– Si – Alyah non aveva più voce, avrebbe voluto dire tante cose.
Ma ora la sua mente era assalita da pensieri ed emozioni in subbuglio.
Stava vivendo tutto quanto come in un sogno, accadeva troppo in fretta.
Non riusciva a pensare lucidamente.
– Va bene. – Altea la fissò insistentemente negli occhi prima di riprendere a parlare – Partiremo alle prime luci dell’alba. Andate a prepararvi, ormai manca molto poco –

Alyah era stata avvisata dal paggio che il padre la invitava a dormire al Castello.
Declinò l’invito.
Aveva deciso di passare l’ultima notte al tempio, quella era stata la sua casa fino ad ora.
Non dormì.
Preferì adempire ai compiti mattutini che svolgeva da anni.
Terminò di preparare l’altare per le preghiere del mattino, accese l’incenso e spense il braciere esterno della sua camera.
Osservò il tempio silenzioso per l’ultima volta.
Il cielo si stava schiarendo quando il paggio tornò a cercarla. Il Re richiedeva urgentemente la sua presenza a palazzo.

 

Annunci

Un pensiero su “Alioth ψ Il Regno – 19

I commenti sono chiusi.