Poche ore prima dell’alba.

cropped-cav-20-1Alyah, ancora sconvolta, era stata avvisata da un ancella di raggiungere i guerrieri in riunione.
Il problema era che lei non conosceva il Castello. Era cresciuta all’interno del Tempio, quasi segregata.
Quindi dovette attendere nella stanza delle udienze l’arrivo di un paggio che la potesse accompagnare.
Il paggio in questione era un bimbo poco più che decenne, con una marea di riccioli, che la fissava sbalordito.
E non faceva nulla per nascondere il suo stupore. Il suo viso non era mai stato visto fuori dal tempio, visto che l’Oracolo poteva apparire in pubblico solo velato.
Questo la mise molto a disagio.
Il bimbo la lasciò con un inchino e lei rimase a fissare la porta di legno massiccio chiusa.
Fece un profondo respiro. Cercò di calmare il tumulto del suo cuore e l’aprì.

Al centro della grande sala vi era situato un tavolo in noce dove erano seduti alcuni dei guerrieri che discutevano.
Dietro alla sedia, sulla quale vi era seduta Altea, vi era una carta geografica rappresentante i regni conosciuti.
Appesi sui muri spade e scudi di valorosi guerrieri morti in battaglia. Accanto alla porta, dalla quale era entrata, vi era un’armatura.
La riconobbe, era sui libri di storia da lei studiati.
Era stata forgiata in oricalco, incastonata di pietre preziose e con incise in oro le due onde simbolo del regno.
Era l’armatura di Re Atamante.

Oltre al comandante vi erano altre tre donne guerriere presenti alla riunione, tra cui Teti la sua guardiana.
Riconobbe solo altri due guerrireri in quella sala.
Li aveva visti quando era fuggita dal tempio poco prima.
Sembrava che fossero passati giorni dalla sua fuga, e invece erano solo poche ore.
Uno dei due guerrieri alzò il capo dalla cartina che stava guardando col suo comandande e la fissò.
Due trasparenti occhi verdi le trapassarono l’anima.
Conosceva già quell’uomo.
Forse era venuto al tempio.
– Principessa – la voce di Altea fece distogliere entrambi dal fissarsi – Vi presento i miei guerrieri: Aron – il guerriero in piedi accanto ad Altea fece un cenno col capo – Michael – l’uomo dagli occhi verdi – Kahel, Araxe e Tmolus. Accanto alla vostra guardiana Teti vi sono Demetra e Danae che erano predisposte alla guardia di Vostra sorella –
Alyah sussultò a sentir la parola “sorella”.

Annunci