3132cad6889300820f69cde9fcc52edbAltea uscì dalla sala del trono a passo spedito.
Apriva e chiudeva le mani a pugno cercando di controllare la rabbia furente che provava.
Abbassare il capo davanti al sacerdote Crise le era costato molto.
Vedere il suo Re ubbidire ciecamente ai sacerdoti l’aveva ferita.
Più di quanto si sarebbe aspettata.
Si fermò nel buio della notte.
Cercando di respirare con calma.
Sperando che l’aria fresca la calmasse.
Doveva avere la mente lucida.
Sarebbero partiti all’alba in una missione suicida, perchè così era scritto.
No questi pensieri non l’aiutavano.
Vide un ombra familiare camminare poco distante.
La riconobbe subito e sorrise per questo.
L’affetto che provava per i suoi guerrieri era profondo.
Aveva fiducia in loro. Chissà forse sarebbero sopravvissuti.
– Michael! – lo chiamò scendendo le scale.
L’ombra si fermò sull’attenti, si voltò e si incammnò verso di lei.
– Avvisa tutti di venire nella sala delle riunioni –
– Si Altea – Michael mosse appena il capo in un gesto di assenso.

Annunci