Alioth ψ Il Regno – 14

– Teti – una voce calda e profonda giunse dall’oscurità del vialetto. La guardiana del Tempio si inginocchiò in segno di rispetto mentre una figura si faceva sempre più distinta.
– Non punirò mai il nostro Oracolo per aver disubbedito ad una legge che non gli appartiene. In quanto Principessa del regno, figlia di Re Atamante e della Regina Silice – il sacerdote Crise fece un inchino, prese la mano di Alyah e la baciò in segno di rispetto.
-Io cosa? -Alyah osservava confusa il sacerdote. Principessa ? No, non è possibile. Lei era un’orfana, era stata educata per vivere nel tempio. Non aveva sangue reale. Le avevano sempre detto che sua madre era una sacerdotessa e che era morta quando lei era venuta al mondo.
– Non potevo, piccola mia, dirti la verità per proteggere voi e il Regno stesso. Ma ora gli avvenimenti si sono succeduti in una maniera tale che non possiamo più mentire. Il Fato ha deciso per noi –
I guerrieri non parlavano, erano rimasti in piedi attoniti ad ascoltare il Sacerdote. Infine Altea comprese che le parole erano sincere. Si inginocchiò ai piedi della principessa Alyah, dietro di lei i suoi guerrieri fecero la stessa cosa.
Alyah li fissava incredula. Non riusciva ad accettare quella verità.

***
indice

Advertisements

Un pensiero su “Alioth ψ Il Regno – 14

I commenti sono chiusi.