Alioth ψ Il Regno – 10

All’interno delle mura del castello vi era un desolato silenzio, tutti dormivano, o almeno così credeva Esperia. Lei stava in piedi con la schiena appoggiata alla grande finestra, che dava sui giardini, ed osservava l’oscurità. Temeva per Emantus, un peso al petto le rendeva faticoso ispirare ed espirare. Aveva la certezza di non poterlo più vedere per molto tempo.

Le guardie fuori dalla porta si erano date il cambio, ora era Eride che si occupava della sicurezza della principessa.
Bussò alla porta.
Esperia si asciugò gli occhi bagnati da calde lacrime.
– Avanti –
– Maestà scusi la mia intrusione… ma voi state piangendo ? –
– Non è niente Eride, non preoccuparti –
– Eppure Maestà mi sembrate così pallida… forse un po’ d’aria fresca vi farebbe bene –
– Hai ragione, verrei volentieri a fare una passeggiata nei giardini. Accompagnami per favore-

All’esterno l’aria era assai pungente.
Esperia si incamminò in direzione del ruscello con l’intenzione di rinfrescarsi il viso con quell’acqua limpida e pulita.
Eride si fermò, cercò di prendere una certa distanza da lei. Esperia si voltò temendo che fosse successo qualcosa. Vide Eride ferma vicino ad una quercia, nel buio della notte i suoi occhi brillavano di un rosso cupo. Gli occhi di un predatore.
Esperia ne fu terrorizzata
-Eride …Eride … qualcosa non va?-
Non rispose. Esperia vide che cercava qualcosa all’interno del mantello e ne estrasse un corno. Il suono che ne uscì fu terribile, agghiacciante, sembrava il grido di dolore di centinaia di persone.
Esperia si tappò le orecchie gridando.
Eride spezzò in due l’oggetto e sparì nella notte.

@Kvinnor Fantasy
@Kvinnor Fantasy
Annunci

Un pensiero su “Alioth ψ Il Regno – 10

I commenti sono chiusi.