17lastella

Perché la gente ha rinunciato a sperare. E dimentica i propri sogni. Così il Nulla dilaga

Alioth ψ Il Regno – 03

Una leggera brezza muoveva le fiamme nei braceri dell’ingresso, facendo crepitare il carbone.
La notte era stranamente calda, dato che la stagione autunnale volgeva al termine, e molto silenziosa.
Solo un gufo osava disturbare il sonno.
Una nube coprì momentaneamente la splendente luminosità della Prima Luna.
Teti, la guardiana del tempio, si era appena assopita accanto al braciere.
Tutto era tranquillo, coperta nel suo caldo manto blu attendeva l’ora di staccare la guardia.
Erano passati diciotto anni dal triste giorno in cui la Regina era morta.

Le due piccole abitazioni adibite alle Sacerdotesse erano deserte da mesi, solo le piccole apprendiste erano rimaste ad Alioth con l’Oracolo, le altre erano state mandate in aiuto dalle consorelle nei regni in guerra.
Nella stanza interna, situata dietro all’altare, una snella figura dormiva nel suo letto.
I capelli biondi, sciolti, scendevano dolcemente sulle sue spalle e si adagiavano sulle coperte.
Il suo petto si abbassava e si alzava regolarmente, segno di un sonno profondo.

Buio. Una luce rossa illumina un cavaliere senza volto con la spada sguainata. Un grido di fanciulla.
Buio. Un’ombra scura che vola in cielo. Lo stendardo con le due onde d’oro rosso di sangue e caplestato.

Due occhi color creta si spalancarono terrorizzati. La sacerdotessa chiuse gli occhi nuovamente. Ispira ed Espira. Cerca di calmare il suo cuore che romba nelle orecchie.
Sta sudando freddo, si prende la testa fra le mani.
Una premonizione.
Bisognava avvertire sua Maestà.
Aveva riconosciuto la fanciulla del sogno: era sua figlia, la principessa Esperia.

@Lodoss War

@Lodoss War

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Alioth ψ Il Regno – 03

  1. Bravissima, grazie della lettura, un abbraccio e buon weekend,❤

  2. clima intrigante e ricco di suspense. Capitoli brevi ma intensi.
    Alla prossima. Dolce serata

tiZ On the trAin

(perché un pendolare napoletano sa quando parte, ma non sa quando arriva)

Esco dal Mio Corpo (e ho molta paura)

Blog semi serio di un ciccione che vuole riappropriarsi del proprio corpo.

simple Ula

I want to be rich. Rich in love, rich in health, rich in laughter, rich in adventure and rich in knowledge. You?

Ironiaprimaditutto

ma anche un caffè non sarebbe male _____________just another wordpress.com site lo dici a soreta

Health Sources

Health , Beauty and Food

A Tourist Abroad

Hit the road! Pronti per viaggiare?

mammagisella

Diario virtuale di una tri-mamma abbastanza normale

Armonia del Corpo e della Mente

benessere del corpo e dell'anima

pattykor122's Blog

mai dire mai

mypersonalspoonriverblog®

non al denaro, non all'amore, né al cielo

Astragal

I don't know where I'm going...

Un motivo al giorno per svegliarsi di buonumore

Fin dai tempi delle scuole medie, ho adottato un modo di alzarmi da letto la mattina senza che il peso del risveglio mi annientasse. Si tratta di una cosa semplicissima: come prima cosa al risveglio, penso a qualcosa di positivo che mi attende per la giornata. Niente di impegnativo, il pensiero può anche essere banale, ciò che conta è che mi dia il buonumore! Ho pensato di raccogliere i miei pensieri giornalieri in questo blog, un piccolo riassunto di piccole cose belle, a cui magari attingere nei periodi di affanno…

My Alethεiα

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

PointofView

by Riccardo Moschetti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: