Alioth ψ Il Regno – 03

Una leggera brezza muoveva le fiamme nei braceri dell’ingresso, facendo crepitare il carbone.
La notte era stranamente calda, dato che la stagione autunnale volgeva al termine, e molto silenziosa.
Solo un gufo osava disturbare il sonno.
Una nube coprì momentaneamente la splendente luminosità della Prima Luna.
Teti, la guardiana del tempio, si era appena assopita accanto al braciere.
Tutto era tranquillo, coperta nel suo caldo manto blu attendeva l’ora di staccare la guardia.
Erano passati diciotto anni dal triste giorno in cui la Regina era morta.

Le due piccole abitazioni adibite alle Sacerdotesse erano deserte da mesi, solo le piccole apprendiste erano rimaste ad Alioth con l’Oracolo, le altre erano state mandate in aiuto dalle consorelle nei regni in guerra.
Nella stanza interna, situata dietro all’altare, una snella figura dormiva nel suo letto.
I capelli biondi, sciolti, scendevano dolcemente sulle sue spalle e si adagiavano sulle coperte.
Il suo petto si abbassava e si alzava regolarmente, segno di un sonno profondo.

Buio. Una luce rossa illumina un cavaliere senza volto con la spada sguainata. Un grido di fanciulla.
Buio. Un’ombra scura che vola in cielo. Lo stendardo con le due onde d’oro rosso di sangue e caplestato.

Due occhi color creta si spalancarono terrorizzati. La sacerdotessa chiuse gli occhi nuovamente. Ispira ed Espira. Cerca di calmare il suo cuore che romba nelle orecchie.
Sta sudando freddo, si prende la testa fra le mani.
Una premonizione.
Bisognava avvertire sua Maestà.
Aveva riconosciuto la fanciulla del sogno: era sua figlia, la principessa Esperia.

@Lodoss War
@Lodoss War
Annunci

4 pensieri su “Alioth ψ Il Regno – 03

I commenti sono chiusi.