Peli – 55 – Garuda

Un fiore.
Un fiore sospeso nel buio.
Un fiore brillante.
Luminoso.
Accecante.
Si schiude lentamente.
Petalo dopo petalo
Il polline illumina tutto il buio.
Come tanti piccoli cristalli.
Luce.
Il polline si posa sulle mani.
E’ caldo.
Profumato.
Lo avvicina alle labbra.
Il sapore è dolce.
Un tepore tranquillizzante le scalda il corpo.

Si sveglia.
Un sogno?
Garuda si siede sul letto.
La camera è illuminata.
Il camino  è spento.
Fuori è buio.
Cosa crea tutta questa luce?
Si guarda le mani.
Brillano.
Si toglie le coperte con un calcio.
Le sue gambe sono illuminate.
La sua pelle irradia luce.
Rimane così.
Ferma.
Muta.
A fissare un sogno che sogno non è.

fractal-flowers-picame2

3 thoughts on “Peli – 55 – Garuda

I commenti sono chiusi.