Peli – 54 – Sephirot

Il sole rifletteva i raggi sulla superficie del lago accendendo i colori dell’arcobaleno in esso racchiusi.
Sephirot era seduta sui sassolini colorati, i piedi immersi nelle fresche acque.
Era il suo compleanno. Aveva compiuto tredici anni.
Era un’età importante per la tribù alla quale apparteneva.
La Tribù degli Angel.
Era arrivato il momento della Scelta.

Sephirot si svegliò.
Fece fatica a riconoscere la camera in cui si trovava.
Era alla reggia del Saggio.
Pian piano ricordò cosa era accaduto negli ultimi giorni.
Il ballo delle debuttanti.
Gli uomini che avanzavano verso l’Isola Madre.
Tutti i draghi che si alzavano in battaglia.
Il primo giorno si erano radunate tutte a casa di Lemure.
Poi una sera si era presentato il Saggio alla porta suggerendo di trasferirsi da lui, sarebbe stato più sicuro. Le sue guardie le avrebbero protette.
Gli uomini erano sbarcati sull’isola.
Da quel giorno aveva avuto poche occasioni di incontrarlo.
Rientrava a tarda sera e al mattino era già sparito.
Non aveva notizie di Lucipher, come Lemure non aveva notizie di suo figlio.
Vivevano in un costante clima di tensione.

E ora quel sogno.
Sephirot avrebbe voluto parlarne col Saggio.
Nella sua mente stavano raffiorando tanti ricordi.
Prese tra le mani il ciondolo e sfiorò col dito la scritta.
– Angel –
La sua tribù.
Faceva parte della terza gerarchia.
Nella prima gerarchia vi erano le tribù dei serafini, dei cherubini, dei troni. Nella seconda le tribù dominazioni, virtù, potestà. La terza gerarchia con le tribù dei principati,degli arcangeli,e infine la sua: gli angeli.
Il suo pianeta era un lontano puntino nella galassia. Ora ricordava sua madre, suo padre. I suoi amici. La scuola.
E poi…
Una fitta alla testa.
Si piegò in due dal dolore.
Cos’era la Scelta?

Annunci

5 pensieri su “Peli – 54 – Sephirot

  1. Interessante come l’elemento cabalistico si fonda col fantasy 🙂
    Curiosa di conoscere il seguito!
    Auguri di buon anno!

  2. Ieri non ce l’ho fatta a leggerti. Troppi impegni ma stasera sì e mi metto in pari.
    Un altro pezzetto della storia viene svelato. E Angel, che si chiama Sephirot, ricorda un altro pezzo di se stessa.
    Aspettiamo la ‘scelta’, dopo aver aspettato la mezzanotte.

I commenti sono chiusi.