Peli – 53 – Draghi

– Non ho idea di come sia riuscita a fare quella fiamma. Ora se mi concentro non riesco a ripetere quanto è accaduto –
Erano vicino ad una fontana.
Il giardino era illuminato da torce e candele, ma queste non oscuravano la luce delle stelle.
Sephirot si ritrovò a fissarle.
– Lassù c’è davvero la mia casa? –
– Sembra tutto così assurdo vero ? –
– Si. Eppure dentro di me sento che è così –
Lucipher le accarezzò i capelli. Poi le sfiorò la guancia fino ad arrivare alle labbra e ne seguì il profilo.
– Vogliamo riprovare a fare la fiamma ? –
Si avvicinò.
Sephrot poteva sentire il respiro sulla propria pelle. Un formicolio sulle labbra.  Le socchiuse.
– Lucipher! –
Si staccarono entrambi di colpo.
Il cuore di Sephirot stava per balzarle fuori dal petto.
Dagon atterò proprio davanti a loro.
– Dobbiamo andare in caserma. Ho bisogno di te –
Lucipher comprese subito cosa stava accadendo. Si alzò in piedi di scatto e poi si bloccò.
Si voltò verso Sephirot.
– Ci pensiamo noi a lei. – Garuda e Nanael si avvicinarono all’amica. – Verrà a casa con me –
Lucipher annuì e si alzò in volo con tutti gli altri draghi.
– Che sta succedendo? – chiese Sephirot.
– Gli uomini sono qui, all’Isola Madre. Sono venuti a sterminarci – rispose fredda Nanael.

Annunci

3 pensieri su “Peli – 53 – Draghi

  1. Insomma povera Sephirot nemmeno a fine anno riesce a trovare pace e baciare l’amato Lucipher? E va bene, aspettiamo ancora. La fine vicina? Sì quella del 2014. Auguro a te e puffetta che il 2015 sia lieto e sereno e migliore di quello che che ci sta lasciando.
    Buon anno

I commenti sono chiusi.