Peli – 51 – Draghi

La carrozza sussultava.
Era la prima volta che Sephirot viaggiava su un mezzo di trasporto.
Anzi, fino a questa sera pensava che i draghi non ne usassero.
Rimase stupita quando vide quell’enorme carrozza nera trainata da quella strana creatura.
Era grande quanto la carrozza.
Non la si poteva definire un uccello perchè non aveva ali.
Ma nemmeno un rettile perchè era completamente ricoperto da piume bianche e grigie.
Non aveva un becco, bensì un musetto dolce.
La fissò coi suoi occhi grandi e dilatati.
Annusò l’aria ed emise un brontolio a fauci chiuse.
Lucipher la fece accomodare sulla carrozza assaporando l’espressione curiosa e stupita di lei.

16kxkht
Ora che si avvicinava al ballo si sentiva nervosa. Agitata.
Lucipher guardava fuori dal finestrino pensieroso.
– Ho paura – disse con un filo di voce Sephirot.
Lucipher si voltò. All’inizio confuso, perchè convinto di non aver compreso correttamente le sue parole. Poi vide quello sguardo.
– Di cosa hai paura? – le sfiorò la guancia.
Ora Sephirot provava un misto di paura e calore.
– Io non sono un drago. Se loro non mi vogliono, se accade come in quel villaggio … –
A Lucipher si gelò il sangue. Aveva visto il marchio impresso sulla sua pelle e gli avevano raccontato in che stato era stata ritrovata da Lemure. Lui era responsabile di quanto era accaduto. L’aveva portata lui in quel villaggio.
– Nessuno ti farà del male. Questa volta non lo permetterò – E così dicendo avvicinò il viso fino a sfiorare le labbra con le sue.
All’inizio Sephirot avvertì il leggero tocco. Poi un calore improvviso le salì dal petto.
Si sentì bruciare.
Mentre Lucipher si ritraeva lei si avvicinò di più schiudendo le labbra.
Lo colse si sorpresa.
Lo sentì ruggire e un mano si appoggiò alla nuca di Sephirot costringendola ad inclinare la testa.
La lingua di Lucipher le stuzzicò le labbra prima di sfiorare la sua.
Il fuoco che la bruciava crebbe di intensità. Sephirot credette di incendiarsi.
-Ahi! – gridarono entrambi scostandosi di scatto.
Una piccola scintilla si era accesa tra di loro.
Realmente. Fisicamente.
Una piccola fiamma era sospesa dove poco prima vi erano i loro corpi uniti.
Poi svanì.
– Ma cosa è stato? – domandò Lucipher nell’istante in cui la carrozza si fermò.
Erano arrivati.

Advertisements

2 pensieri su “Peli – 51 – Draghi

  1. A piccoli passi si procede, come la carozza con Sephirot e Lucipher. Una fiamelle? Pare un fulmine incendiario.
    Pazienza. Aspettiamo mentre ti faccio gli auguri di un felice e sereno Natale.

I commenti sono chiusi.