17lastella

Perché la gente ha rinunciato a sperare. E dimentica i propri sogni. Così il Nulla dilaga

Peli – 49 – Draghi

– Saggio! Saggio! – Sephirot entrò di corsa nello studio sbattendo la porta.
Il Saggio alzò lo sguardo dal libro e sollevò un sopracciglio
– Da quando sei venuta ad abitare qui hai sviluppato una vivacità impressionante – sospirò e chiuse il libro – Dimmi mio piccolo tornado –
– Sul mio letto c’è un abito stupendo, perchè?-
– Stasera farai il tuo debutto in società –
– Ma io…io non sono un drago, non ho il diritto di partecipare al Ballo delle debuttanti –
Il Saggio sorrise. Da quando Sephirot aveva ricordato il proprio nome il suo carattere era mutato. Stava pian piano tornando in superficie la sua vera essenza. Da allora non aveva fatto progressi con la memoria, ma la mutazione nel fisico era evidente.
Aveva ripreso colore e i suoi occhi brillavano carichi di vitalità.
– Vivi con noi, sei stata accolta come una figlia in casa di Lemure e lei stessa si è dedicata a cucire quell’abito. Desidera che tu faccia il tuo ingresso in società con sua figlia –
A Sephirot vennero le lacrime agli occhi.
– Allora sei pronta per stasera? Sai ballare? – Lucipher si era avvicinato alle sue spalle.
– No. E’ la risposta a tutto –
– Eh eh … lo sospettavo. –
– Sarà Lucipher il tuo accompagnatore. Ora se volete lasciarmi riprendere i miei studi… – il Saggio li fulminò con lo sguardo.
Sephirot uscì col cuore che batteva dallo studio.
Lucipher invece entrò e chiuse la porta.

Il Saggio tornò a guardarlo.
– Non ho buone notizie. Gli uomini hanno deciso di attaccare l’Isola Madre. Stanno raccogliendo truppe. Sono più numerosi di noi –

***
Indice:  Peli – Racconti di Uomini e Draghi

Navigazione ad articolo singolo

5 pensieri su “Peli – 49 – Draghi

  1. Basta, mi hai convinto a ripartire dall’inizio. Molto bello!

  2. Avevi detto di essere quasi alla fine ma forse hai cambiato idea.
    Ballo dei draghi in società, l’attacco degli umani ai draghi. Insomma molta carne al fuoco e noi cuociamo lentamente nel pentolone natalizio.
    Intanto mi avvantaggio con gli auguri a 17stella, poi li ripeterò sul condomicio felice.
    Un sereno Natale per tutti voi, draghi compresi.

tiZ On the trAin

(perché un pendolare napoletano sa quando parte, ma non sa quando arriva)

Esco dal Mio Corpo (e ho molta paura)

Blog semi serio di un ciccione che vuole riappropriarsi del proprio corpo.

simple Ula

I want to be rich. Rich in love, rich in health, rich in laughter, rich in adventure and rich in knowledge. You?

Ironiaprimaditutto

ma anche un caffè non sarebbe male _____________just another wordpress.com site lo dici a soreta

Health Sources

Health , Beauty and Food

A Tourist Abroad

Hit the road! Pronti per viaggiare?

mammagisella

Diario virtuale di una tri-mamma abbastanza normale

Armonia del Corpo e della Mente

benessere, natura e psicosomatica

pattykor122's Blog

mai dire mai

mypersonalspoonriverblog®

non al denaro, non all'amore, né al cielo

Astragal

I don't know where I'm going...

Un motivo al giorno per svegliarsi di buonumore

Fin dai tempi delle scuole medie, ho adottato un modo di alzarmi da letto la mattina senza che il peso del risveglio mi annientasse. Si tratta di una cosa semplicissima: come prima cosa al risveglio, penso a qualcosa di positivo che mi attende per la giornata. Niente di impegnativo, il pensiero può anche essere banale, ciò che conta è che mi dia il buonumore! Ho pensato di raccogliere i miei pensieri giornalieri in questo blog, un piccolo riassunto di piccole cose belle, a cui magari attingere nei periodi di affanno…

My Alethεiα

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

PointofView

by Riccardo Moschetti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: