Peli – 49 – Draghi

– Saggio! Saggio! – Sephirot entrò di corsa nello studio sbattendo la porta.
Il Saggio alzò lo sguardo dal libro e sollevò un sopracciglio
– Da quando sei venuta ad abitare qui hai sviluppato una vivacità impressionante – sospirò e chiuse il libro – Dimmi mio piccolo tornado –
– Sul mio letto c’è un abito stupendo, perchè?-
– Stasera farai il tuo debutto in società –
– Ma io…io non sono un drago, non ho il diritto di partecipare al Ballo delle debuttanti –
Il Saggio sorrise. Da quando Sephirot aveva ricordato il proprio nome il suo carattere era mutato. Stava pian piano tornando in superficie la sua vera essenza. Da allora non aveva fatto progressi con la memoria, ma la mutazione nel fisico era evidente.
Aveva ripreso colore e i suoi occhi brillavano carichi di vitalità.
– Vivi con noi, sei stata accolta come una figlia in casa di Lemure e lei stessa si è dedicata a cucire quell’abito. Desidera che tu faccia il tuo ingresso in società con sua figlia –
A Sephirot vennero le lacrime agli occhi.
– Allora sei pronta per stasera? Sai ballare? – Lucipher si era avvicinato alle sue spalle.
– No. E’ la risposta a tutto –
– Eh eh … lo sospettavo. –
– Sarà Lucipher il tuo accompagnatore. Ora se volete lasciarmi riprendere i miei studi… – il Saggio li fulminò con lo sguardo.
Sephirot uscì col cuore che batteva dallo studio.
Lucipher invece entrò e chiuse la porta.

Il Saggio tornò a guardarlo.
– Non ho buone notizie. Gli uomini hanno deciso di attaccare l’Isola Madre. Stanno raccogliendo truppe. Sono più numerosi di noi –

***
Indice:  Peli – Racconti di Uomini e Draghi

Annunci

5 pensieri su “Peli – 49 – Draghi

  1. Avevi detto di essere quasi alla fine ma forse hai cambiato idea.
    Ballo dei draghi in società, l’attacco degli umani ai draghi. Insomma molta carne al fuoco e noi cuociamo lentamente nel pentolone natalizio.
    Intanto mi avvantaggio con gli auguri a 17stella, poi li ripeterò sul condomicio felice.
    Un sereno Natale per tutti voi, draghi compresi.

I commenti sono chiusi.