Peli – 37 – Draghi

– Dovrebbe avere la vostra età – disse Lemure alle due ragazze mentre le toccava la fronte.
In quel preciso istante Angel aprì gli occhi. E urlò.
Lemure balzò all’indietro mettendosi davanti a sua figlia Garuda e a Nanael.
Angel non si mosse. Aveva gli occhi aperti e fissava il soffitto.
Lemure pian piano le si avvicinò.
Angel voltò lentamente il viso e la guardò.
– Ha gli occhi verdi – disse Garuda. Lemure non si era accorta di esser stata seguita dalle due ragazze.
– Incredibile, sembra un drago. Per davvero! – Nanael affascinata si avvicinò al letto e sfiorò la mano di Angel. Lei non si ritrasse. Non si mosse. Rimase fissa a guardare Lemure.
Rimasero così, tutte e tre ferme a guardarsi. Infine Lemure sospirò.
– Dimmi cara, sai chi sei? Dove di trovi? Ricordi qualcosa? –
Angel mosse lentamente la testa, ma non parlò.
– Capisco. Cerca di riposarti. Qui sei al sicuro. Non ci sono uomini come vedi. No siamo draghi. Abbiamo i tuoi stessi colori. Nessuno ti farà nulla. Riposa –
Angel fissò Lemure per qualche secondo. Poi gli occhi le si chiusero contro la sua volontà e dormì.

Advertisements

One thought on “Peli – 37 – Draghi

I commenti sono chiusi.