A una mummia

A una mummia…o forse no?

Il Condominio Felice e Altre Storie

Mummia fasciata in logori
Papiri sontuösi,
Mummia che sul sudario
Porti l’apoteösi,
Perdona se i nepoti,
Più culti che devoti,
Fan del tuo frale eterno
Sì misero governo.

Tu, nata al sole, al fulgido
Sole del tuo deserto,
Al soffio ardente e libero
D’un orizzonte aperto,
Tu non pensavi, un giorno.
Nel gel d’un aer piorno,
D’esser messa in vetrina
Da una gente latina.

Sei a pezzi. Il tuo cuore, i tuoi polmoni e anche il cervello ti son stati tolti e messi in vasi. Sei un guscio in attesa di esser riempito a nuova vita.  Il tuo regno, i tuoi ori e i tuoi cari sono svaniti. Di te non rimane altro che ossa e bende di papiro.

E venne il paleologo,
Divinator de’ segni,
A ordir sul tuo sarcofago
Cifre di stirpi e regni;
Fu vïolato intero
Della tomba il mistero;
T’han lisciate le chiome
E t’han chiamata a…

View original post 452 altre parole

Annunci

5 pensieri su “A una mummia

I commenti sono chiusi.