Peli – 4 – draghi

– Le frecce! Le frecce!
– Armate le catapulte!

Un soldato cadde trafitto dalla spada di Lucipher.
Dopo qualche istante l’urlo di Dagon echeggiò nella notte:
– Il castello è nostro!

Gli umani sopravvissuti combattevano ancora contro i draghi, nella speranza di poter fuggire.

Dagon e Lucipher si alzarono in volo verso l’accampamento situato su una collina, poco distante dalla battaglia. In soli tre giorni avevano conquistato il castello.
Ora i soldati avrebbero sterminato la popolazione, incendiato case. Nessuno sarebbe sopravvissuto. Non facevano distinzione tra donne, vecchi e bambini. I draghi non consideravano gli umani come esseri viventi loro pari. Per i draghi l’uomo era una malattia che aveva invaso le loro terre, un’infezione da debellare senza pietà.

Entrambi detestavano queste barbarità e abbandonavano sempre i compagni per rifugiarsi nel silenzio della propria tenda, fingendo di non sentire. Fingendo che tutto ciò non stava accadendo realmente.

Advertisements

Un pensiero su “Peli – 4 – draghi

  1. Siamo solo agli inizi e già c’è una bella strage. Ma gli umani, o meglio quelli che abbiamo incontrato nell’altra puntata, per me si salvano e guiderano la riscossa.

I commenti sono chiusi.