Piramidi – ventiquattro (parte 2)

-Dafne?-
-Scusa se ti ho fatto aspettare tanto Nicodemus, ma ho avuto problemi con Fianna. Non sta bene ultimamente. Non riesce a controllare le visioni-
Era notte. Ci eravamo dati appuntamento alle mura.
-Che genere di visioni?-
-Di distruzione-
-Anche lei allora…-
-Che cosa vuoi dire?-
-Dafne- mi prese tra le sue braccia e mi strinse forte –Da giorni una voce parla nel mio sonno. Questa voce dice di essere la Fiamma. E mi chiede aiuto per fuggire-
-La Fiamma parla anche a te?-
-Le senti anche tu?-
-Nicodemus… io mi occupo della Fiamma-
-Dafne che significa “sangue degli dei”?-
-Che noi siamo i discendenti degli dei. In noi scorre il loro sangue. Per questo non riusciamo a sopravvivere al di fuori delle mura. Perché la cupola non ci protegge-
-Dobbiamo salvare la Fiamma-
-Da cosa?-
-Dal popolo. Sta per insorgere e vuole il potere. La devi portar via da dove si trova-
-No. Se lo facessi tradirei le mie sorelle-
-Ma è quello che vuole la Fiamma-
-Lo so…ma io…-
-Dafne- Nicodemus mi prese il volto tra le mani e i costrinse a guardarlo negli occhi –Noi abbiamo il diritto di dare un futuro alle nostre genti. –
-Lo so…però…chi ci dice che è veramente giusto portarla fuori? E cosa accadrebbe se lo facessi? Lì il suo potere è contenuto… sei sicuro che sia giusto?-
-Non lo so più…non so più cosa è giusto e cosa è sbagliato amor mio-

Advertisements

One thought on “Piramidi – ventiquattro (parte 2)

I commenti sono chiusi.