La dura vita del programmatore ti impone anche di dover lavorare al sabato.
La dura vita del pendolare Trenord ti fa scoprire che l’amato treno delle 7.30 del mattino non c’è più nei festivi, perchè per Trenord il sabato è un festivo. E non aggiungiamo altro.
La dura vita di chi abita lontano dalla stazione ti fa scoprire la meraviglia di uscire di casa alle 6.30 (per prendere l’unico treno delle 7) girare la chiave nel cruscotto della tua fedele auto e sentire il terribile rumore “umf umf” che non promette nulla di buono.
E nonostante tutti questi mille imprevisti riesci ad arrivare in ufficio alle 7.58, manco fossi un incrocio tra Flash Gordon e la Donna Bionica. Oddio non sapete chi è ??? Esiste Google insomma impegnativi un pochino nelle ricerca…ah non si può scrivere “oddio” ?? Caspiterina che guaio…
Insomma i supereroi ti fanno un baffo.
E riesci persino a completare tutto il tuo lavoro in tempo record, peccato che non si possa dire la stessa cosa per gli altri sistemi collegati… e va a finire che ti ritrovi in ufficio, al sabato mattina, da sola, ad attendere le tavole come Mosé sul monte Sinai.
Che fai?
Beh ovvio: navighi un pochino in internet. Tra uno sbadiglio e l’altro inciampi su una notizia che fa proprio per te, non ci sono dubbi. Voi che dite?
Ora vado a cercarmi una panchina in zona per schiacciare un bel pisolino.
‘notte a tutti!

***

Leggimi anche  su forwordz 

Indice articoli

 

Annunci