Piramidi – dodici

-Aelia! Cos’hai? Non fai una mossa giusta!- Nicodemus riprese la piccola.
-Mi dispiace- rispose lei abbassando tristemente lo sguardo.
-Facciamo così: per oggi non ti eserciti più. Adesso io sello il cavallo e noi due facciamo una bella cavalcata fino alla Seconda Mura-
Aelia si illuminò di gioia e sorrise.
Nicodemus aveva notato da giorni che l’umore della piccola non era più come un tempo, era diminuita anche la sua attenzione nello studio. Qualcosa doveva preoccuparla.
Voleva chiederlo a Dafne, ma da quel giorno al villaggio non l’aveva più incontrata.
Adesso era primavera inoltrata, e Dafne non si era presentata nemmeno alla festa dell’Equinozio.
Nicodemus ricordò con stupore di come l’aveva cercata tra la folla. Aveva camminato tra i fuochi e le donne che ballavano, cercandola. Ignorando le attenzioni che alcune donne gli avevano rivolto. Era la prima volta che desiderava trovare una persona in particolare. E passare del tempo con lei.
Arrivati nei pressi della Seconda Mura Nicodemus fermò il cavallo.
-Come sta Dafne? –chiese alla piccola, appena lei lo raggiunse.
Vide il viso di lei rabbuiarsi e si pentì subito di averle posto quella domanda.
-Non mangia più – e iniziarono a scenderle delle lacrime, ma subito le asciugò –E passa tutto il tempo alla Fiamma Sacra- Aleia lo guardò implorante –Ti prego aiutala!-
Ecco cosa tormentava la piccola.
-Calmati Aelia, ne parlerò con Seb. Non lasceremo che si distrugga così-

clover_dx

Oh Sacra Fiamma perché? Perché non ho potuto rivedere mia madre prima che morisse. Ti prego rispondimi, spiegami tu il motivo per cui siamo costrette a crescere lontano da tutti, perchè veniamo portate via dalle nostre famiglie. Perché non hanno voluto dirmi che era mia madre? Perché?

La Fiamma non rispose. Tremolò sospesa sopra l’acqua.

clover_dx

-Dafne- la voce calda di Seb mi riportò alla realtà. Stavo camminando verso i nostri appartamenti senza guardare dove posassi piedi.
-Dafne sorellina – mi abbracciò forte – Dai vieni, facciamo una bella passeggiata. E’ primavera sai? E i fiori sono già tutti sbocciati. E’ ora di rinascere anche per noi-
Mi strinsi forte a lui e iniziai a piangere, questa volta fu un pianto liberatorio.
Il mio cuore divenne nuovamente leggero.

***

* Indice: Piramidi
* Colonna sonora mentre leggete: LaStella su youtube 🙂

Advertisements

2 pensieri su “Piramidi – dodici

I commenti sono chiusi.