Piramidi – dieci (parte 2)

-Sei sicura di voler vivere qui da sola?- chiese con voce spezzata Seb.
-Si – rispose Dracma senza nemmeno alzare lo sguardo –Non ti preoccupare per me, non sono mai in casa. E poi non sono sola. C’è la gente del villaggio- alzò lo sguardo e fissò gli occhi azzurri del fratello, le sembrava di vedere quelli della madre. Così dolci sinceri e pieni di affetto. –Torna in caserma fratellino- e lo abbracciò, era profondamente scossa dalla morte della loro madre, più di quanto lei stessa volesse ammettere.
-Dovremo dirglielo-
-No… per ora no… Vai Seb –

clover_dx
Senza volerlo, aspettando dietro al trono, avevo sentito tutto il discorso tra Nicodemus e la Regina. Ora che se ne erano andati invece di uscire, rimanevo lì immobile sconvolta da ciò che avevo origliato. Era la prima volta che sentivo parlare dei reali problemi che affliggevano il regno, ora volevo saperne di più.
Mi coprii col cappuccio e mi incamminai verso la Seconda Mura, sapendo con esattezza da chi andare.

clover_dx

-Dracma-
Stava camminando velocemente verso casa, si fermò sentendo il proprio nome. Si voltò e rimase a fissare gli occhi color creta della Sacerdotessa.
-Tu?!- l’aggredì col tono tagliente della propria voce.
Davanti ad una calda bevanda Dracma fissava con incredulità il volto di Dafne, con la sua mezzaluna che oscillava mentre parlava.
-Ma come è possibile!? Sapete curare le persone. Vi basta uno sguardo per sapere se una donna incinta partorirà un maschio o una femmina. Avete tutto il potere di questo mondo e non sapete nulla di quello che accade fuori dalla Seconda Mura?- Dracma era arrabbiata, ferita, stupita e confusa. Non riusciva ad accettare le parole di quell’ingenua Sacerdotessa, le davano fastidio. E non poteva sopportare il fatto che avesse tutto quel potere, proprio lei che non sapeva cosa fosse la vita!
Cercò di calmarsi e tornò a guardarla. Pensò che assomigliava molto a Seb, non solo per via dei capelli, ma per il carattere dolce e remissivo.
-Comunque mi stavi dicendo che entreremo in guerra appoggiando le Tribù-
-Si –
-La situazione è più grave di quanto pensassi. Ce lo aspettavamo però…. –
E si fermò a pensare.

clover_dx
Io finii di bere la mia bevanda, e solo allora mi accorsi della mancanza della madre.
-Dov’è vostra madre?-
Dracma si alzò di scatto e si diresse verso la porta aprendola.
-Esci ti prego-
Presi la mia mantella e mi alzai. Mi fermai sulla porta per ringraziarla.
Dracma allora mi fissò con rabbia.
-E’ morta-
-… mi dispiace – rimasi senza parole, mi sentivo male. Era morta…qualcosa dentro di me si spezzò… ma non riuscì ad individuare il motivo, dopotutto non la conoscevo. Non sapevo nulla di lei.
-Non è vero!- urlò Dracma e mi chiuse la porta in faccia.

dracma

2 thoughts on “Piramidi – dieci (parte 2)

  1. Quale segreto c’è tra Dracme e Seb? Perché Dracme è così furiosa contro Dafne? Sono questi due quesiti che frullano nella testa al termine della lettura.
    Aspettiamo con pazienza che arrivino le risposte.

I commenti sono chiusi.