17lastella

Perché la gente ha rinunciato a sperare. E dimentica i propri sogni. Così il Nulla dilaga

Countdown – due

I Messaggeri di Hermes

I Messaggeri di Hermes

E le senti le vene
piene di ciò che sei
e ti attacchi alla vita che hai.
Leggero, nel vestito migliore, senza andata né ritorno senza destinazione.
Leggero, nel vestito migliore, sulla testa un po’ di sole ed in bocca una canzone.
(Ligabue)

Dlin!
Il campellino del forno mi avvisa che le brioches son cotte.
Mi metto i guanti e tolgo la teglia.
Mentre le sistemo nel porta brioches sul bancone guardo fuori dal vetro del bar.
Il sole sta sorgendo. E’ una mattinata limpida. La nebbia pian piano si ritira e il mondo appare coi suoi colori.
Oggi sarò sola tutto il giorno.
Jemina ed Elizabeth sono troppo occupate coi recuperi e si daranno il cambio incessantemente.
Marc è sempre via con Hermes. Torna la notte tardi e si addormenta appena la sua testa tocca il cuscino.
Siamo solo il secondo giorno. Eppure mi sento sola e spaventata.
Ogni tanto piccole fitte al petto mi ricordano che ho un cuore spaventato.

La porta del bar si apre e mi distoglie dai cupi pensieri.
Sorrido automaticamente, ma appena vedo chi è la persona che sta entrando la maschera cade per rilevare un vero sorriso.
<<Albert!>> urlo correndogli incontro.
Lui mi abbraccia e mi da due baci sulle guance.
<<Quanto tempo! Ma quando sei tornato?>>
<<Ciao Lily>> sorride lui, mentre inizia a togliersi la giacca <<Ieri notte. Ho terminato il mio giro per il mondo a fare fotografie. Hai visto? Son diventato davvero famoso!>>
<<Si! Ti ho visto su molte riviste. Sono davvero contenta per te>>
<<E tu? Cosa hai combinato in questo periodo?>>
<<Beh sai…le solite cose>> viaggi dimensionali, possessioni, inseguimenti, un killer….
Ma non dissi nulla di tutto ciò. Mi limitai a raccontare solo un lato della mia vita mentre gli preparavo il caffè e mi godevo la sua compagnia. Con un po’ di spensieratezza.
Improvvisamente mi accorsi di sentirmi più leggera.

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Countdown – due

  1. Passo nel 2014 a leggerlo con calma.
    Buona fine e miglior principio

  2. Siamo alle strette finali. Una puntata agile, breve ma incisiva dove metti a fuoco le paure di Lily.
    Passo al successivo.

tiZ On the trAin

(perché un pendolare napoletano sa quando parte, ma non sa quando arriva)

Esco dal Mio Corpo (e ho molta paura)

Blog semi serio di un ciccione che vuole riappropriarsi del proprio corpo.

simple Ula

I want to be rich. Rich in love, rich in health, rich in laughter, rich in adventure and rich in knowledge. You?

Ironiaprimaditutto

ma anche un caffè non sarebbe male _____________just another wordpress.com site lo dici a soreta

Health Sources

Health , Beauty and Food

A Tourist Abroad

Hit the road! Pronti per viaggiare?

mammagisella

Diario virtuale di una tri-mamma abbastanza normale

Armonia del Corpo e della Mente

benessere del corpo e dell'anima

pattykor122's Blog

mai dire mai

mypersonalspoonriverblog®

non al denaro, non all'amore, né al cielo

Astragal

I don't know where I'm going...

Un motivo al giorno per svegliarsi di buonumore

Fin dai tempi delle scuole medie, ho adottato un modo di alzarmi da letto la mattina senza che il peso del risveglio mi annientasse. Si tratta di una cosa semplicissima: come prima cosa al risveglio, penso a qualcosa di positivo che mi attende per la giornata. Niente di impegnativo, il pensiero può anche essere banale, ciò che conta è che mi dia il buonumore! Ho pensato di raccogliere i miei pensieri giornalieri in questo blog, un piccolo riassunto di piccole cose belle, a cui magari attingere nei periodi di affanno…

My Alethεiα

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

PointofView

by Riccardo Moschetti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: