17lastella

Perché la gente ha rinunciato a sperare. E dimentica i propri sogni. Così il Nulla dilaga

POV Donzineth – La caduta

I Messaggeri di Hermes

I Messaggeri di Hermes

Avendo dimenticato che esisteva un cielo infinito, vivevo a testa bassa e il mio unico orizzonte era il rozzo marciapiede di cemento.
(Jodorowsky)

Ci sono momenti in cui ti rendi conto di non valere nulla.
Il castello di carta che era il tuo mondo è crollato, lasciandoti l’amaro in bocca.
Che resta?
Che ne è di te ora?
Tu che mi guardi dallo specchio. Uomo che non conosco.
Eri un ragazzo pieno di sogni, di vita, di coraggio.
Affrontavi tutto come un gioco.
Ridevi in faccia alle avversità.
Credevi che il dolore fosse solo passeggero.
Un momento della vita e nulla più.
Che dopo ad ogni caduta ci si rialza sempre.
Che il vuoto appena vissuto poteva solo regalare nuove gioie.
Poi la Vita ti ha attaccato.
Ti ha tolto pian piano le tue certezze.
Ha tagliato i rami del tuo albero.
Ha trafitto il tuo tronco con un fulmine e avvelenato le tue radici.
E ti ritrovi a strisciare, come una serpe.
A sopravvivere ad un nuovo giorno.
Senza credere in nulla.
Con un unico obiettivo.
E poi scopri che non era quello che si aspettavano da te.
Che l’obiettivo era sbagliato.
Che era tutto un frainteso.

Quanto male può fare un salto nel vuoto?
Proverò la gioia di volare?
L’aria che ti spettina i capelli.
Quel senso di libertà che solo i falchi conoscono.
Farà male toccare l’asfalto?
Si sentirà il dolore nella caduta?
O durerà solo un attimo prima di scomparire nell’oblio?

Avrò il coraggio di farlo?

***

immagine presa dal sito http://unsogno.wordpress.com/2011/04/12/castello-di-carte/

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “POV Donzineth – La caduta

  1. Mi lascia dubbioso questo sfogo ma forse non c’è molto da capire.

  2. C’è molta sofferenza nel POV di Dozineth

  3. Pingback: Reminder | 17lastella

tiZ On the trAin

(perché un pendolare napoletano sa quando parte, ma non sa quando arriva)

Esco dal Mio Corpo (e ho molta paura)

Blog semi serio di un ciccione che vuole riappropriarsi del proprio corpo.

simple Ula

I want to be rich. Rich in love, rich in health, rich in laughter, rich in adventure and rich in knowledge. You?

Ironiaprimaditutto

ma anche un caffè non sarebbe male _____________just another wordpress.com site lo dici a soreta

Health Sources

Health , Beauty and Food

A Tourist Abroad

Hit the road! Pronti per viaggiare?

mammagisella

Diario virtuale di una tri-mamma abbastanza normale

Armonia del Corpo e della Mente

benessere, natura e psicosomatica

pattykor122's Blog

mai dire mai

mypersonalspoonriverblog®

non al denaro, non all'amore, né al cielo

Astragal

I don't know where I'm going...

Un motivo al giorno per svegliarsi di buonumore

Fin dai tempi delle scuole medie, ho adottato un modo di alzarmi da letto la mattina senza che il peso del risveglio mi annientasse. Si tratta di una cosa semplicissima: come prima cosa al risveglio, penso a qualcosa di positivo che mi attende per la giornata. Niente di impegnativo, il pensiero può anche essere banale, ciò che conta è che mi dia il buonumore! Ho pensato di raccogliere i miei pensieri giornalieri in questo blog, un piccolo riassunto di piccole cose belle, a cui magari attingere nei periodi di affanno…

My Alethεiα

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

PointofView

by Riccardo Moschetti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: