17lastella

Perché la gente ha rinunciato a sperare. E dimentica i propri sogni. Così il Nulla dilaga

Scomparsa

I Messaggeri di Hermes

I Messaggeri di Hermes

Posso scegliere se essere vittima del mondo
o un’avventuriera in cerca del suo tesoro.
E’ semplicemente una questione riguardo
al modo in cui affronterò la mia vita.
(Paulo Coelho)

<<Ciao Simone, come va?>> tenevo il cellulare tra l’orecchio e la spalla per avere le mani libere e preparare un caffè. Marc dormiva ancora.
<<Bene. Sono al lavoro, Seth mi chiede come va Marc>>
<<Ora dorme. Si è ripreso completamente>> più che completamente. Avevamo avuto una nottata super impegnata. Al solo pensiero arrossivo come una ragazzina.<<Domani rientrerò anche la lavoro.>>
<<Ecco Lily. In questi giorni non ho voluto dirtelo perchè avevi già abbastanza problemi>> fece una pausa. E la mia mente vagò tra i pensieri più atroci. Jemina squartata da un uomo in nero con gli artigli come wolverine, Elizabeth inghiottita in una palude dimensionale, la piccola Pan…la voce di Simone mi riportò alla realtà << sono un paio di giorni che Sonia è scomparsa. Non è venuta a lavorare e nessuno l’ha vista. Secondo Donzineth è ancora presto per preoccuparsi, però mi sembrava giusto dirtelo>>
Io e Sonia non saremmo mai state amiche, questo era un dato di fatto. Eppure mi feci prendere dall’agitazione. Dove poteva esser andata?

Marc, mezzo addormentato e coi capelli dritti in testa, entrò nella cucina sbadigliando.
Si era messo un paio di boxer ed era a petto nudo. Vidi il segno rosso del mio morso vicino alla sua spalla e provai un misto di vergogna e piacere. Insomma ero proprio persa.
<<Hai fatto il caffè?>> mi chiese, io annuì con la testa. Le parole si erano fermate in fondo alla lingua, faticavano ad uscire dalla gola.
Si avvicinò. Mi diede un leggero bacio sulla fronte, accarezzandomi con due dita la guancia, e poi prese la moka e si versò il caffè.
Il mio cuore, maledetto traditore vigliacco, tamburellava un delizioso ritmo tribale.

Quando mi fui ripresa del tutto, si più o meno, raccontai a Marc della telefonata.
<<Se Donzineth dice che non è il caso di preoccuparsi significa che non è stata rilevata in altre dimensioni, che sta bene. Non capisco perchè sia sparita così senza dire nulla. Ha un bel caratterino, ma non mi sembra il tipo da fare queste cose. Sopratutto è una che tiene al suo lavoro. Per sicurezza chiamerò i miei amici della polizia. Terranno gli occhi aperti>>
Ci sarebbe stato un giorno. Dico solo un giorno, in cui mi sarei svegliata senza che qualcuno comparisse dal nulla in camera mia, o sparisse senza preavviso, o prendesse fuoco o chissà quali altre cose potevano ancora capitare.
Ah si certo, mi stavo scordando delle ragazze uccise a nome mio. Che bello.

Navigazione ad articolo singolo

7 pensieri su “Scomparsa

  1. Grazie della tua presenza al mio blog. Buongiorno…un abbraccio …tery:)

  2. Buongiorno😉

  3. Sempre più avvincente!

  4. Ancora un ottimo capitolo ben scritto e sviluppato.
    E’ sempre piacevole passare dal tuo blog per leggere questa storia.

  5. Sonia… Rapita o nascosta? Lei che è Fuoco e odia Lilith. Sono molto curiosa!🙂

tiZ On the trAin

(perché un pendolare napoletano sa quando parte, ma non sa quando arriva)

Esco dal Mio Corpo (e ho molta paura)

Blog semi serio di un ciccione che vuole riappropriarsi del proprio corpo.

simple Ula

I want to be rich. Rich in love, rich in health, rich in laughter, rich in adventure and rich in knowledge. You?

Ironiaprimaditutto

ma anche un caffè non sarebbe male _____________just another wordpress.com site lo dici a soreta

Health Sources

Health , Beauty and Food

A Tourist Abroad

Hit the road! Pronti per viaggiare?

mammagisella

Diario virtuale di una tri-mamma abbastanza normale

Armonia del Corpo e della Mente

benessere, natura e psicosomatica

pattykor122's Blog

mai dire mai

mypersonalspoonriverblog®

non al denaro, non all'amore, né al cielo

Astragal

I don't know where I'm going...

Un motivo al giorno per svegliarsi di buonumore

Fin dai tempi delle scuole medie, ho adottato un modo di alzarmi da letto la mattina senza che il peso del risveglio mi annientasse. Si tratta di una cosa semplicissima: come prima cosa al risveglio, penso a qualcosa di positivo che mi attende per la giornata. Niente di impegnativo, il pensiero può anche essere banale, ciò che conta è che mi dia il buonumore! Ho pensato di raccogliere i miei pensieri giornalieri in questo blog, un piccolo riassunto di piccole cose belle, a cui magari attingere nei periodi di affanno…

My Alethεiα

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

PointofView

by Riccardo Moschetti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: