Il mondo di cristallo

I Messaggeri di Hermes
I Messaggeri di Hermes

Vedere Marc senza Sonia accanto era praticamente impossibile. E non era di certo piacevole per me. Soffrivo.
Avrei dato qualsiasi cosa per starle il più lontano possibile ma purtroppo arrivò il giorno in cui Dozineth decise che lei era pronta per vedermi trasformata. Così volle mandarci da un messaggero di Hermes che si trovava su una dimensione che non avevo ancora visitato.
Non solo dovetti sorbirmi Sonia, ma anche Marc venne con noi.
Il contatto che dovevamo incontrare si chiamava Stola.
Passammo così nella dimensione di cristallo.
<< Ah! Ma cosa sei?>>
La detesto…
<< Non sono una “cosa” grazie >> le risposi seccamente.
Lei si avvicinò e inizio ad accarezzarmi la coda.
<< Non sono nemmeno un gatto>>
<< Dai Lily calmati, lo fa solo per curiosità>>
<< Vuoi dire che a te ha accarezzato le ali nello stesso modo?>>
Ma che cavolo ho detto!?
Marc non mi rispose e Sonia smise di toccarmi. Meno male.
Mi guardai attorno e vidi un mondo totalmente cristallizzato, di colore viola.
Vi erano alberi, animali e persino torrenti. Ma tutto era fermo e immobile.
Rimasi a bocca aperta. Era uno spettacolo bellissimo.
La luce lunare si rifletteva su questi cristalli creando un riflesso violetto nell’aria.
<< Tra poco sorgerà il sole e vedrai che cambiamento>>
Marc si era avvicinato. Sonia subito gli prese il braccio. Distolsi lo sguardo da loro due.
Un gufo si appollaiò su un ramo. Era impressionante vedere un essere vivente in mezzo a quei cristalli.
Una luce lontana si fece strada tra l’oscurità, era il sole che stava sorgendo.
In quel preciso momento capì le parole di Marc, Sonia sospirò di meraviglia.
Man mano che la luce illuminava il paesaggio i cristalli prendevano vita, e le piante che prima erano viola tornavano verdi e lussureggianti. Gli animali riprendevano a correre felici. Tutto si stava risvegliando.
Il gufo scese dal ramo proprio mentre un raggio di sole arrivò a noi. Mille luci si sprigionarono dalle sue ali e lui scomparve in un brillare luminoso. Al suo posto c’era una donna molto bella, coi capelli blu scuro, quasi viola.
<< Piacere io sono Stola>>
Ci presentammo. Lei e Marc si conoscevano già.
<< Ho visto che sei rimasta affascinata dalla nostra dimensione Lilith>>
In effetti stavo guardando un fiore che poco prima era cristallizzato.
<< Si, ma come avviene?>>
<< Noi viviamo solo con la luce del sole. Quando cala la notte l’intero mondo diventa di cristallo mentre noi abitanti diventiamo gufi. Al sorgere del sole accade ciò che hai visto.>>
<< E’ bellissimo.>>
<< Grazie>>
<< Venite. Dozineth vi ha mandato qui per studiare un po’. Perciò vi farò da guida nel mio mondo.>>

Advertisements

2 pensieri su “Il mondo di cristallo

I commenti sono chiusi.