17lastella

Perché la gente ha rinunciato a sperare. E dimentica i propri sogni. Così il Nulla dilaga

I due mari – parte 2

I Messaggeri di Hermes

I Messaggeri di Hermes

Si era messo a piovere. Non avevo voglia di passare anche il pomeriggio chiusa in albergo così presi un ombrello in prestito alla reception e uscii a fare quattro passi.
Non c’era nessuno per strada. In piazza la fontana coi pesci funzionava lo stesso sotto la pioggia.
Vicino ad essa vi era una donna con una gonna lunga azzurra e un ombrellino dello stesso colore.
Le passai accanto e un brivido mi corse lungo la schiena. Mi girai per osservarla e lei mi sorrise. Era uno di quegli essere bellissimi che avevo incontrato nella dimensione dell’acqua.
“Ciao Lilith” mi disse nella mia mente.
<< Ciao. Come mai sei qui?>>
“Io sono Angela e volevo conoscerti. L’altra volta non ho potuto incontrarti. Io sono la figlia adottiva di Dozineth”
<< La figlia adottiva?>>
“Si. I miei genitori sono morti in una missione e lui si è preso cura di me. Mi ha dato il nome di sua figlia.””
<< Dozineth ha una figlia?>>
“Aveva. E’ morta quando aveva tre anni. Sua moglie invece è morta l’anno scorso”
<< Non lo sapevo. Mi dispiace. Lui non parla mai di sé>>
“Troppo dolore”
<< Capisco>>
“Sono felice di averti incontrata. Ora devo tornare nella mia dimensione. Salutami Seth e Marc”
<< Certo. Ciao Angela>>
Lei non si dissolse nell’aria ma scomparve come tante piccole gocce d’acqua.

Quando tornai all’albergo erano tutti a godersi il meritato riposo nel centro benessere. Finalmente avevano finito di lavorare.
Passai in camera a prendere il costume e li raggiunsi.
Vidi Marc che nuotava in piscina e mi fermai sul bordo cercando di attirare la sua attenzione.
<<Ci hai raggiunto?>>
Si fermò vicino ai miei piedi uscendo un poco dall’acqua e appoggiando le braccia incrociate sul bordo. Di fisico non aveva nulla da invidiare ai modelli.
<< Ho incontrato Angela>>
<< Ti vengono tutti a trovare eh?>>
<< Mi ha detto di salutarti>>
<< Dillo anche a Seth. Gli farà piacere>>
<< Sono molto amici?>>
<< E’ la sua ragazza>>
<< Cooosa?>>
<< Perché ti stupisci? Perché lei è diversa fisicamente da noi? Nemmeno tu sei tanto normale quando ti trasformi>>
<< No…ecco.. è che non pensavo che potesse…insomma>>
<< Lascia perdere. Non spiegarti che non ci riesci>>
Si rituffò e mi lasciò sola con la mia confusione.
La sua ragazza? Seth e Angela stavano insieme, incredibile! Erano così diversi… già “fisicamente” diversi ma forse compatibili “dentro”. Chi ero io per giudicare? Mi vergognai di me stessa e della mia ristrettezza mentale.

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “I due mari – parte 2

  1. L’ha ribloggato su parolechesisussurrano.

tiZ On the trAin

(perché un pendolare napoletano sa quando parte, ma non sa quando arriva)

Esco dal Mio Corpo (e ho molta paura)

Blog semi serio di un ciccione che vuole riappropriarsi del proprio corpo.

simple Ula

I want to be rich. Rich in love, rich in health, rich in laughter, rich in adventure and rich in knowledge. You?

Ironiaprimaditutto

ma anche un caffè non sarebbe male _____________just another wordpress.com site lo dici a soreta

Health Sources

Health , Beauty and Food

A Tourist Abroad

Hit the road! Pronti per viaggiare?

mammagisella

Diario virtuale di una tri-mamma abbastanza normale

Armonia del Corpo e della Mente

benessere, natura e psicosomatica

pattykor122's Blog

mai dire mai

mypersonalspoonriverblog®

non al denaro, non all'amore, né al cielo

Astragal

I don't know where I'm going...

Un motivo al giorno per svegliarsi di buonumore

Fin dai tempi delle scuole medie, ho adottato un modo di alzarmi da letto la mattina senza che il peso del risveglio mi annientasse. Si tratta di una cosa semplicissima: come prima cosa al risveglio, penso a qualcosa di positivo che mi attende per la giornata. Niente di impegnativo, il pensiero può anche essere banale, ciò che conta è che mi dia il buonumore! Ho pensato di raccogliere i miei pensieri giornalieri in questo blog, un piccolo riassunto di piccole cose belle, a cui magari attingere nei periodi di affanno…

My Alethεiα

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

PointofView

by Riccardo Moschetti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: