17lastella

Perché la gente ha rinunciato a sperare. E dimentica i propri sogni. Così il Nulla dilaga

Il cambiamento – 6 parte

I messaggeri di Hermes

I messaggeri di Hermes

<< Puoi dormire nel mio letto in questi giorni. Io starò sul divano. Non sono abituato ad ospitare gente>>
<< Non preoccuparti, se vuoi starò io sul divano>> mi sento a disagio.
<< Non mi sembra il caso. Piuttosto ti chiedo scusa già da ora se durante la trasformazione sarò costretto a legarti. Con me hanno dovuto farlo.>>
Legarmi? Perchè ho deciso di seguirlo quel giorno? Perchè non ho detto “no” e non mi sono voltata dall’altra parte?
<< Oh! Marc..>>
<< Dimmi?>>
<< Ho paura>>
Si fermò a fissarmi con un sopracciglio alzato e poi mi sorrise con dolcezza.
<< Non preoccuparti piccola, ci sono io. Qualsiasi cosa accada ci sono passato pure io perciò so cosa fare. Non aver paura>>
Piccola? Questa confidenza improvvisa mi spiazza.
<< Ok >>
<< Ora vado a vedere cosa c’è in cucina di commestibile, pranziamo e poi ci facciamo una bella dormita tutti e due che ne abbiamo bisogno. Va bene?>>
<< Certo. Vuoi una mano in cucina?>>
<< Non ti preoccupare. Ho un panino da restituirti, ricordi?>>

Che caldo… mi sembra di soffocare… è tutto buio e sento qualcuno gridare…
<<Lilith Lilith>>
mi sembra così lontana questa voce…
Riesco ad aprire gli occhi e chi è questo ragazzo?
<< Meno male che hai ripreso conoscenza, hai la febbre altissima. Ti ho messo il ghiaccio in testa>>
<< Marc… >>
<< Ti ricordi dove sei? Ti ho portato a casa mia>>
<< Si si ora ricordo…ma ho sonno …>>
<< Dormi piccola. Ci penso io a te >>
<< Grazie >>
Alzai la mano per toccargli il viso e vidi degli artigli al posto delle mie dita…ma non poteva essere vero… mi riaddormentai.
<< Continua a perdere conoscenza?>>
Non riesco a riaprire gli occhi ma questa voce la riconosco, è Elizabeth e mi sembra preoccupata.
<< Si>>
<< Marc non puoi continuare a curarla da solo, stai iniziando a stare male di nuovo pure tu. Guarda hai di nuovo le ali!>>
Anche Marc ha ripreso a trasformarsi?
<< Per ora ce la faccio. Quando starò troppo male chiamerò Anubis>>
<< Marc non esagerare>>
Le voci si affievoliscono di nuovo… ora sono così lontane… e di nuovo il buio mi avvolge…

Ah! Che male! Un dolore atroce mi fa riprendere conoscenza….
<< Aaaaaaahhhhhhhhhh>>
la testa, la schiena…che dolore!! Sento un fuoco che mi brucia…
<< Lilith calma calma…cerca di stare calma…finirai per ferirti>>
E’ la voce di Marc, sento che mi afferra i polsi e cerca di tenermi ferma, ma il corpo non è mio… non riesco a gestirlo… e di nuovo vedo tutto nero…

Apro gli occhi a fatica… mi sembra di esser stata sotto terra fino ad ora.
<< Ciao. Come va?>>
<< Non lo so >> come suona strana la mia voce. E’ rauca.
Mi guardo le mani e le vedo normali.
<< E’ finita?>>
<< No piccola hai appena iniziato>>
Guardo Marc con profonda tristezza, mi viene da piangere. Anche il suo sguardo è triste e poi è pieno di graffi.
<< Sono stata io Marc?>>
<< Per i graffi? Beh diciamo che sei proprio una gattina>>
<< Mi dispiace. Scusa >>
<< Non preoccuparti. Tieni. Bevi questa tisana. Poi ti porto un po’ di brodo. Devi prendere almeno un po’ di forze per affrontare un viaggio>>
<< Che viaggio?>>
<< Ti porto da Anubis. Purtroppo ho iniziato la trasformazione pure io. Tu stai soffrendo molto e hai bisogno di aiuto costante…che io non riesco più a darti… perdonami>>
<< Non è colpa tua>>

<< Sei pronta?>>
Annuii con la testa, perché di colpo era divenuto difficile parlare .
Marc mi prese in braccio, spalancò le ali e ci ritrovammo nella prateria del mio primo viaggio.
Anubis ci venne incontro seguito da quelle che intuii essere donne del suo popolo.
<< Vieni piccolo demone >> e mi prese dalle braccia di Marc.
<< Non ti preoccupare rimarrà nel mio harem con le mie mogli e le mie figlie finchè non sarà finita la trasformazione>>
<< Grazie >>
<< Curati Michael >>
<< Si non preoccuparti. Ciao Lily>>
Marc mi accarezzò i capelli e scomparve. Anubis lo aveva chiamato Michael, che significava?
La testa divenne di nuovo pesante e il buio tornò a farmi compagnia.

Navigazione ad articolo singolo

6 pensieri su “Il cambiamento – 6 parte

  1. Accidenti che avvincente! Sarebbe un bellissimo film!

  2. concordo con Paola!

  3. Io adoro gli dei egizi! Quando esce il film, avvertimi, correrò al cinema e prenderò anche il dvd!

    • wooow ma siete troppo carini!!!🙂
      appena trovo un registra a costo zero e gli attori che si accontentano di una torta fatta in casa farò il film🙂

tiZ On the trAin

(perché un pendolare napoletano sa quando parte, ma non sa quando arriva)

Esco dal Mio Corpo (e ho molta paura)

Blog semi serio di un ciccione che vuole riappropriarsi del proprio corpo.

simple Ula

I want to be rich. Rich in love, rich in health, rich in laughter, rich in adventure and rich in knowledge. You?

Ironiaprimaditutto

ma anche un caffè non sarebbe male _____________just another wordpress.com site lo dici a soreta

Health Sources

Health , Beauty and Food

A Tourist Abroad

Hit the road! Pronti per viaggiare?

mammagisella

Diario virtuale di una tri-mamma abbastanza normale

Armonia del Corpo e della Mente

benessere, natura e psicosomatica

pattykor122's Blog

mai dire mai

mypersonalspoonriverblog®

non al denaro, non all'amore, né al cielo

Astragal

I don't know where I'm going...

Un motivo al giorno per svegliarsi di buonumore

Fin dai tempi delle scuole medie, ho adottato un modo di alzarmi da letto la mattina senza che il peso del risveglio mi annientasse. Si tratta di una cosa semplicissima: come prima cosa al risveglio, penso a qualcosa di positivo che mi attende per la giornata. Niente di impegnativo, il pensiero può anche essere banale, ciò che conta è che mi dia il buonumore! Ho pensato di raccogliere i miei pensieri giornalieri in questo blog, un piccolo riassunto di piccole cose belle, a cui magari attingere nei periodi di affanno…

My Alethεiα

Un moto ondulatorio nel fluido e lineare scorrere dei miei pensieri

PointofView

by Riccardo Moschetti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: